I rapporti tra le organizzazioni - Pagina 2
Sabato 23 Ottobre 2010 19:48
Indice
I rapporti tra le organizzazioni
Pagina 2
Pagina 3
Pagina 4
Tutte le pagine

Grafico 5: Numerosità degli oggetti del rapporto con il Comune in cui ha sede l’associazione dei gruppi, delle associazioni e delle organizzazioni di volontariato iscritte al Coordinamento del Volontariato della Castellana.

rapportigruppi3

Oltre ai rapporti con l’Azienda Ulss n. 8 e il Comune è stato possibile rilevare se le associazioni hanno contatti anche con altri enti pubblici. Solo il 37,1% dei gruppi, delle associazioni e delle organizzazioni di volontariato iscritte al Coordinamento del Volontariato della Castellana hanno dichiarato di avere rapporti con gli altri enti. Si tratta di tredici associazioni sulle trentacinque del campione. Di queste sei sono coinvolte con un unico ente, quattro con due. Le altre tre organizzazioni collaborano rispettivamente con tre, quattro e cinque enti.

La Provincia di Treviso è la più coinvolta dalle associazioni. Il 14,3% ha rapporti con essa. La Regione Veneto è stata citata da quattro associazioni come ente con cui è instaurata una collaborazione. Si tratta dell’11,5% del campione. Solo il 2,9% del campione ha collaborazioni con l’Unione Europea. Si nota che meno locali sono le istituzioni e meno sono le collaborazioni avviate. Questo mostra una tendenza delle organizzazioni iscritte al Coordinamento del Volontariato a operare solo in un contesto territoriale ristretto.

Il Comune di Resana e quello di Altivole sono stati citati ciascuno da una sola associazione (2,9%).

Tre associazioni hanno affermato di collaborare con gli istituti scolastici pubblici e due con i centri residenziali pubblici per anziani. Le altre risposte hanno indicato che le associazioni collaborano anche con altri enti. Solo un’associazione collabora con cinque enti pubblici differenti, che sono CAM Milano, Comune di Milano, Comune di Paterno Dugnano, Comune di Paulio, Comune di Udine. Si può ipotizzare che questa associazione, benché abbia sede a Castelfranco, svolga attività anche in altri luoghi della Lombardia e del Friuli.

Le collaborazioni hanno per oggetto principalmente l’erogazione di servizi che è stata indicata in 15 casi. In 12 si è trattato di collaborazione nella programmazione e in 10 è stata scelta l’opzione ‘altro’. Questa è stata descritta da tutte le associazioni, tranne nei casi in cui non si è specificato cosa si intendesse, come collaborazione in progetti specifici.