Spaziculturali.it


Stazione Ferroviaria Albaredo
Giovedì 16 Giugno 2016 10:56

BANDO

Volontariato in stazione: aggiornamenti da FS

"Le stazioni oggi regione per regione" è la pagina del sito di RFI - Rete Ferroviaria Italiana, del Gruppo FS, che riporta l'elenco delle stazioni in Italia (suddivise per categorie gold, silver, bronze).
Questo è l'unico elenco di riferimento da cui partire per la richiesta di disponibilità di locali.
In linea generale, le cosidette stazioni impresenziate sono quelle previste nella categoria bronze: alla pagina dell'iniziativa RFI Piccole stazioni in comodato si legge infatti "Nelle stazioni classificate nella categoria bronze, più piccole, meno frequentate e inserite in ambiti meno urbanizzati e complessi, l’impegno della Società è orientato, da una parte, verso la “rifunzionalizzazione” e l’ottimale dimensionamento delle aree destinate alle attività prettamente ferroviarie; dall’altra parte – nel contesto delle iniziative di carattere sociale del Gruppo FSI - verso la cessione a istituzioni del territorio, in comodato d’uso, degli spazi “non strumentali” da destinare a organizzazioni non profit attive nei diversi settori."

Vi preghiamo pertanto di eliminare dai vostri archivi eventuali precedenti elenchi, ormai datati.

 

Il Coordinamento del Volontariato della Castellana in collaborazione con Volontarinsieme e CSV Treviso, da giugno del 2015 si è interessato per acquisire un bene messo a disposizione dalle Ferrovie dello Stato per una riconversione a scopi sociali di immobili, in concessione gratuita ad enti, associazioni non profit e imprese sociali.

Albaredo: così rinasce la stazione ferroviaria (La vita del Popolo)

Volontari e turisti nella vecchia stazione (La tribuna di Treviso)

 
Progetto Isole
Lunedì 27 Febbraio 2012 11:12

Progetto Isole

Allegati
Download this file (isole.ppt)isole.ppt
 
Progetto Spaziculturali.it
Domenica 17 Ottobre 2010 00:00

logo_spaziculturali


RIFLESSIONI, CONTAMINAZIONI E AZIONI NELLA CASTELLANA


Progetto promosso da:

  • Coordinamento del Volontariato della Castellana;
  • La Locomotiva – Associazione di Volontariato, Resana;
  • Ass.ne Prom. Soc. Circolo culturale Buenaventura, Castelfranco Veneto;
  • Ass.ne Prom. Soc. AILUROS, teatro delle nebbie, Resana;
  • Ass.ne di volontariato AUSER – Circolo Paciifico Guidolin, Castelfranco Veneto;
  • Animali Sociali Associazione di Volontariato, Castelfranco Veneto;
  • Associazione di volontariato CASON DE POMETO, Resana.

Co-finanziato dal Centro di Servizio per il Volontariato della provincia di Treviso

Patrocinato dal Comune di Castelfranco Veneto.

Descrizione progetto

La Castellana, pur essendo una realtà geograficamente piccola, è estremamente ricca di progetti sociali e culturali, che nascono dal basso e che coinvolgono attivamente in maniera volontaria molti cittadini, che in tal mondo non solo sono coinvolti attivamente all’interno della comunità in cui vivono, ma nel contempo ne migliorano la qualità della vita.

Le iniziative sono varie (musica, teatro, danza, cineforum, conferenze, presentazioni libri..) come sono altrettanto vari i soggetti che le propongono (associazioni di volontariato e altre soggetti del no profit, gruppi informali, collettivi, associazioni di categoria, aziende….). A tutti questi soggetti e progetti del territorio corrisponde un enorme patrimonio di valori e competenze da valorizzare e da condividere tra le varie realtà e il mondo del volontariato in particolare..

A questa varietà ed eterogeneità di progetti corrisponde una forte frammentazione, vole, autoreferenzialità e dimensioni ridotte. Addirittura sovente non si sa cosa fanno gli altri e neppure chi sono gli altri che lavorano magari nello stesso ambito. Ciò non solo è un limite per sviluppo e la crescita, ma non rende neppure possibile la contaminazione e la trasmissione di valori e competenze la tra le varie realtà e il mondo del volontariato.

Questo territorio è ricco di un patrimonio ambientale e artistico-architettonico spesso poco valorizzato e quindi poco fruibile dai cittadini e dalle associazioni per diverse attività. Addirittura ci sono luoghi pubblici che i cittadini e le associazioni quasi non ne conoscono l’esistenza o come potervi accedere e utilizzare.

Per tali motivi servono occasioni di incontro e confronto aperti non solo alle associazioni di volontariato, ma anche agli altri soggetti socio-culturali e che, partendo da quello che è il patrimonio ambientale e artistico-culturale inteso non solo come eredità del passato ma anche come progettualità del contemporaneo da valorizzare, mirino alle creazione di una rete di soggetti diversi dal cui incontro possano nascere nuove occasioni di collaborazione e nuove sinergie.

Da questo incontro il volontariato ha la possibilità non solo di migliorarsi sotto il profilo operativo, ma anche di farsi conoscere e trasmettere i propri valori e il proprio modo di operare e nel contempo conoscere quelli degli altri soggetti socio-culturali.

La creazione di una serie di incontri e confronti, sia fisici (un forum e degli eventi), che virtuali (un portale web) può costituire un passo in avanti per il sostegno e la collaborazione tra il volontariato e le altre realtà del territorio e per valorizzare e promuovere il patrimonio ambientale e artistico-architettonico del territorio e la cultura propria del volontariato stesso.

Ciò è un elemento fortemente innovativo per il nostro territorio.

Da queste considerazioni e dal confronto tra il coordinamento e alcune associazioni (membri dello stesso) che è nato questo progetto, che parte, quindi, dall’esperienza e della consapevolezza dell’importanza del lavoro di rete e del valore aggiunto che può portare a tutti i soggetti coinvolti.

Durata progetto

Data di inizio 20/01/2010 Data di conclusione 20/12/2010

Azioni previste e relativi obiettivi


AZIONE PREVISTA

OBIETTIVI ATTESI

Febbraio-Marzo 2010

1 Creazione portale web che preveda

1.2 Pagine di presentazione e contatti delle singole organizzazioni di volontariato e di altri soggetti aderenti al progetto

1.2 Calendario pubblico accessibile alle organizzazioni di volontariato e a chiunque per l’inserimento di iniziative.

1.3 Sezione di condivisione di materiale informativo di tipo amministrativo ed organizzativo e di documenti riferiti a principi e valori dal volontariato a partire dalla Carta dei Valori

1.4 Database degli spazi fruibili e potenzialmente fruibili nella castellana con un occhio di riguardo a quelli propri del patrimonio ambientale e artistico-architettonico.

1.5 Forum o newsgroup per condivisione progetti, pratiche e idee tra organizzazioni di volontariato e di altri soggetti aderenti al progetto

1Condividere competenze.

Dare visibilità al progetto

1,2 Dare visibilità alle associazioni di volontariato e alle altre realtà coinvolte nel progetto

1.2 Dare visibilità alle iniziative e attività promosse dalle associazioni di volontariato e di altre realtà del territorio

1.3 Migliorare le competenze amministrative e organizzative delle associazioni di volontariato

1.3 Diffondere il punto di vista, i valori e principi del Volontariato.

1,4 Valorizzare il patrimonio ambientale e artistico-architettonico

1.5 Creare un punto di riferimento per il mondo del volontariato e le altre realtà coinvolte con il progetto

Marzo-Aprile 2010

2 Realizzazione Forum delle associazioni di volontariato e degli altri attori socio-culturali del territorio

2,1 Riflessione con esperti su situazione europea e italiana legata al rapporto con le istituzioni, la cittadinanza attiva, la valorizzazione del patrimonio culturale, le risorse umane ed economiche a disposizione

2.2 Confronto tra il volontariato e le diverse realtà socio-culturali del territorio della Castellana partendo da ciò che è emerso dal punto 2.1

2.3 Confronto con le istituzioni locali partendo dalle riflessioni emerse dal punto 2.1 e 2.2

2 Conoscersi reciprocamente e creare nuovi legami e rete tra le organizzazioni di volontariato e altri attori socio-culturali del territorio

2.1 Conoscere ciò che accade nel resto d’Italia e d’Europa per trarre spunti di riflessione utili alle organizzazioni di volontariato e gli altri soggetti coinvolti nel progetto

2.2 Diffondere e praticare i valori e principi del Volontariato.

2.2 Scambiare e condividere competenze, diversi valori e modi di operare per una crescite reciproca

2.3 Migliorare livello di relazione con le istituzioni e creare nuove sinergie

Maggio- Novembre 2010

Realizzazione di eventi culturali in luoghi poco conosciuti e valorizzati propri del patrimonio ambientale e artistico-architettonico ideati dalle organizzazioni di volontariato e dagli altri soggetti partecipanti al forum

Diffondere e praticare i valori e principi del Volontariato.

Sperimentare nuove sinergie, le pratiche della progettazione partecipata e il lavoro in rete.

Valorizzare il patrimonio ambientale e artistico-architettonico.

Promuovere la cittadinanza attiva.

Costo complessivo del progetto: € 10.500.

Cofinanziamento del Centro di Servizio per il Volontariato della Provincia di Treviso: € 8.400. 

Informazioni: www.spaziculturali.it